L'informazione indipendente sui diritti umani

L’Unione dei diritti si fa interattiva

Un progetto Espresso-Visual Lab mostra la situazione europea a 60 anni dai Trattati di Roma

Una fotografia dei diritti garantiti oggi in Europa. Una infografica che fa capire in maniera intuitiva e immediata la situazione in ciascuno dei 28 paesi che fanno parte dell’Unione europea. Nove voci, che fanno capo a quattro categorie, per evitare di perdersi in mezzo a tutti questi dati: Lgbt: matrimoni e adozioni omosessuali; stepchild adoption; Bioetica: fecondazione assistita, biotestamento ed eutanasia; Diritto: durata media dei processi, stato delle carceri e accesso alla cittadinanza; Redditi: divario di genere sul lavoro e reddito di cittadinanza. Una valutazione, una sorta di voto dato ciascun livello, che può risultare un diritto garantito, parziale, negato o un dato non disponibile. E per ogni categoria una mappa colorata interattiva e un breve testo con tanti rimandi ad altri articoli sullo stesso argomento.

C’è tutto questo nell’ultimo progetto di Espresso e Visual Lab, L’Unione dei diritti, pubblicato in occasione dei 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma, che il 25 marzo del 1957 hanno portato alla nascita della Comunità economica europea. Un lavoro che mira a «fare un bilancio sullo stato di salute dell’Europa guardando oltre il piano economico e concentrandosi sui diritti, che dovrebbero costituire l’anima di tutto il progetto europeo».

Questo progetto è frutto di una collaborazione tra esperti di vari settori. In generale, il lavoro è a cura di Beatrice Dondi, Andrea Iannuzzi, Mauro Munafò e Francesco Zaffarano. I testi e le ricerche sono stati realizzati da Floriana Bulfon, Emanuele Coen, Arianna Giunti, Francesca Sironi, Susanna Turco. Della ricerca fotografica, invece, se ne è occupata Tiziana Faraoni, mentre il progetto grafico fa capo a Paola Cipriani, Eva Csuthi, Theo Nelki. I video e le animazioni, infine, sono stati seguiti da Raffaele Aloia e Maurizio Stanzione.

Commenti