osservatorio sui diritti umani
7 aprile 2019: nasce l’associazione non profit Osservatorio sui Diritti Umani

Osservatorio sui Diritti Umani

Osservatorio sui Diritti Umani (ODU) è un’associazione non profit nata con un duplice scopo:

  • promuovere la cultura dei diritti umani in Italia e nel mondo;
  • praticare e sostenere il giornalismo indipendente e di qualità.

L’associazione si fonda su una scommessa controcorrente: l’informazione legata ai diritti umani, se fatta in maniera indipendente e professionale, non è un argomento per addetti ai lavori, ma è capace di interessare tanta gente.

Ogni attività promossa o realizzata da ODU mira ad avvicinare la vita delle vittime di violazioni di diritti umani alla nostra.
osservatorio sui diritti umani
Un momento dell'assemblea costitutiva dell'associazione Osservatorio sui Diritti Umani

Gli obiettivi dell’associazione

Osservatorio sui Diritti Umani cerca innanzitutto di denunciare le violazioni dei diritti umani, di qualunque natura esse siano e ovunque avvengano, e di favorire la conoscenza e il rispetto dei diritti e dei difensori dei diritti umani.

L’associazione mette dunque in atto azioni che possano avere un impatto sociale e culturale in grado di spingere la società ad uscire da una visione provinciale, di chiusura, per muoversi verso una concezione basata sulla convinzione che sollevare muri ha poco senso, mentre guardare oltre gli steccati ne ha molto di più. Detto in un altro modo, l’obiettivo generale di ODU è contribuire alla costruzione di una società più inclusiva.

La seconda “anima” dell’associazione è quella dell’informazione, che viene da un gruppo di soci fondatori costituito interamente da giornalisti. ODU nasce dunque anche per promuovere e praticare il giornalismo indipendente e di qualità, con un’attenzione particolare a quello di approfondimento, analisi e inchiesta, soprattutto quando è legato al tema dei diritti umani, tanto in Italia quanto all’estero.

Cercando di combinare questi due obiettivi, ODU avvicina i cittadini al mondo dei diritti umani attraverso un percorso concreto, esperienziale, piuttosto che teorico: chi partecipa ai progetti dell’associazione, chi si imbatte nell’informazione prodotta, passa necessariamente attraverso eventi e situazioni reali, scopre storie di violazione di diritti umani e racconti di difensori dei diritti in carne e ossa, imparando così a capire le ragioni che spingono ad agire chi è “altro” da sé.

Le attività di Osservatorio sui Diritti Umani

Per raggiungere i propri scopi, Osservatorio sui Diritti Umani si impegna in progetti di informazione sul tema dei diritti umani nella loro accezione più ampia (leggi il Codice Etico elaborato per le collaborazioni giornalistiche). Attualmente una delle principali attività di ODU consiste nella gestione della testata giornalistica Osservatorio Diritti.

osservatorio diritti
Una riunione di redazione di Osservatorio Diritti

Nata nel 2017, Osservatorio Diritti è la prima testata italiana online specializzata in inchieste, analisi e approfondimenti sul tema dei diritti umani. È curata da giornalisti professionisti e conta sulla partecipazione di avvocati, centri universitari e specialisti in varie discipline (leggi il Manifesto di Osservatorio Diritti). Tra gli altri, la testata collabora a vario titolo con:

ODU si occupa anche di altri tipi di attività editoriali, come la produzione di libri o altre modalità di divulgazione delle informazioni, di preferenza legate al tema dei diritti umani. La sua prima pubblicazione è “Immigrazione oltre i luoghi comuni – Venti bufale smontate un pezzo alla volta, per cominciare a parlarne sul serio” (di Lorenzo Bagnoli e Francesco Floris, aprile 2019).

osservatorio sui diritti umani libro immigrazione
La copertina di "Immigrazione oltre i luoghi comuni"

Rientrano tra le attività dell’associazione anche eventi di promozione culturale che abbiamo come filo conduttore quello dei diritti umani, così come la collaborazione con centri di giornalismo o reti interdisciplinari locali, nazionali o internazionali.

L’organizzazione di eventi e dibattiti su queste tematiche e la partecipazione a reti legate al mondo dell’informazione e dei diritti umani amplificano l’impatto e l’efficacia dell’informazione prodotta e diffusa da ODU. In quest’ottica, dunque, l’associazione è aperta a collaborazioni di vario genere con altre organizzazioni che ne condividano gli scopi istituzionali.

La sostenibilità economica

Osservatorio sui Diritti Umani è un’associazione non profit e punta a finanziarsi in buona parte attraverso il libero sostegno di chi vuole appoggiarne le attività. A partire dai lettori di Osservatorio Diritti, naturalmente, visto che la gestione di questa testata giornalistica è la realtà che al momento assorbe la maggiore quantità di risorse.

ODU, infatti, ha scelto di retribuire tutti i giornalisti che scrivono su Osservatorio Diritti: vogliamo evitare di denunciare violazioni e, al contempo, violare noi stessi un importante diritto come quello a una equa retribuzione del lavoro.

Per poterlo fare chiediamo il sostegno di tutti i lettori, dando la possibilità di contribuire a questa forma di giornalismo indipendente, di qualità e focalizzato sul tema dei diritti umani.

Contribuire è facile: basta andare alla pagina Sostienici cliccando qui e scegliere tra le diverse opzioni: bonifico, payPal, carta di credito, conto corrente.

Le altre forme attraverso le quali Osservatorio sui Diritti Umani finanzia le proprie attività sono: partecipazione a bandi; campagne di crowdfunding per progetti specifici; pubblicazione sporadica di banner pubblicitari collegati a realtà che rispettano i diritti umani e di cui condividiamo i valori; collaborazioni con altre organizzazioni che abbiano finalità simili alle nostre; attività di altro genere, spesso connesse al mondo della cultura o dell’educazione.

Se hai bisogno di altre informazioni, sei interessato a diventare un “grande donatore” o hai in mente altre modalità di contribuire alla crescita di Osservatorio sui Diritti Umani, puoi scriverci a donazioni@osservatoriodiritti.it e ti risponderemo nel più breve tempo possibile per poterne parlare a voce.

Osservatorio sui Diritti Umani nome per nome

Il consiglio direttivo di ODU è composto da Marco Ratti (presidente), Laura Filios (vicepresidente) e Veronica Ulivieri.

Gli altri soci fondatori sono, in ordine alfabetico: Lorenzo Bagnoli, Felicia Buonomo, Janaina César, Laura Fazzini, Renata Fontanelli, Marta Gatti, Cristina Maccarrone, Luca Martinelli, Sara Milanese, Aurora Tamigio.