Genocidio Rwanda: nuove accuse a Francia

La Francia è accusata di aver sostenuto il genocidio in Rwanda del 1994. La rivista XXI dice di avere le prove d’uno scambio d’armi tra francesi e hutu proprio mentre si combatteva. Tre associazioni dicono poi che Bnp Paribas avrebbe partecipato al finanziamento per l’acquisto d’armi. E il 4 agosto sono previste elezioni presidenziali
Leggi di più...

Usa-Cina, scontro sui diritti umani

Gli Usa inseriscono la Cina tra i paesi più arretrati nella lotta alla tratta di esseri umani. Un atto dal forte significato politico visto che l’anno scorso John Kerry, segretario di Stato dell'amministrazione Obama, aveva “salvato” Pechino dall'inferno del “Livello 3”. È uno dei dati che emergono dal Rapporto sulla Tratta degli esseri umani 2017
Leggi di più...

Francia, cooperazione blocca-migranti

In Francia la cooperazione internazionale cambia pelle, diventa prerogativa di società a capitale misto e lavora con un nuovo obiettivo: far gestire i problemi ad altri paesi prima che arrivino in Europa. E capita anche che negli stati africani la priorità diventi imporre la propria agenda e facilitare l'ingresso delle aziende nazionali
Leggi di più...

La lotta italiana alle mine antiuomo

L'Italia fa progressi nella legislazione contro bombe a grappolo e mine antiuomo, ossia contro armamenti che uccidono anche dopo anni dalla fine dei conflitti. Lo registra un report firmato dalle olandesi Pax e Profundo. Citati anche i casi di Generali, Unicredit e Intesa Sanpaolo nella categoria “runners-up”, i secondi classificati
Leggi di più...

Totò Riina tra carcere e malattia

La notizia ha subito fatto il giro dei giornali: la Cassazione apre alla scarcerazione di Totò Riina per le sue condizioni di salute. Il problema è posto male perché la Cassazione ha detto un'altra cosa. In ogni caso non è questione di manette o di diritti. Il problema è che al 41 bis non si può parlare con l'esterno e invece Riina continua a farlo
Leggi di più...

La droga tra i banchi di scuola

I ragazzi appena usciti dalle scuole medie sono i nuovi consumatori di droga e sono quindi i possibili tossicodipendenti di domani. Un tempo c'era «un sogno di libertà, la politica, un desiderio. Oggi niente». E poi «l'adolescenza è anticipata». Come uscirne? «Ricominciando a ragionare con loro». L'analisi di don Mazzi, fondatore di Progetto Exodus
Leggi di più...

See you in Chechnya

«Perché parti per la guerra, se non ci devi andare?». Attorno a questa domanda si svolge il film “See you in Chechnya”, una produzione del 2013 della casa Petit à Petit proiettato al Festival dei diritti umani di Milano terminato il 7 maggio. Un film che ha la dote non comune di svuotare di retorica la figura del reporter di guerra
Leggi di più...