Documentari sui diritti umani: i migliori film da vedere in streaming

Ecco qualche consiglio cinematografico per affrontare queste giornate: una selezione di documentari dedicati ai diritti umani da vedere su Netflix, Amazon Prime Video e RaiPlay

Per affrontare queste giornate, specie quando le sale cinematografiche sono chiuse, la tv può essere un’ottima alleata. Tra Netflix, Amazon Prime e RaiPlay c’è l’imbarazzo della scelta. Ecco allora, dal catalogo online di queste piattaforme streaming, una piccola selezione di documentari – più o meno famosi – dedicati ai diritti umani o, più in generale, a importanti temi di attualità.

I documentari Netflix dedicati ai diritti umani

In ordine di approdo su Netflix, da vedere c’è il Premio Oscar 2020 per il Miglior Documentario: American Factory, realizzato da Higher Ground, casa di produzione di Barack e Michelle Obama. Il film racconta dell’acquisizione, da parte dell’azienda cinese Fuyao, di un ex stabilimento della General Motors in Ohio e delle conseguenze sugli operai, costretti a scontrarsi con un diverso modo di intendere la produzione e dunque i diritti dei lavoratori.

Leggi anche:
Fashion Victims: le vittime della moda nel documentario
Be’ Jam Be: la lotta dei Penan contro la deforestazione

documentari sui diritti umani
Una scena del film American Factory, disponibile su Netflix

Da non perdere anche City of Joy: il bellissimo documentario di Madeleine Gavin ambientato nella Repubblica Democratica del Congo, dove una guerra durata vent’anni si è lasciata alle spalle violenze atroci, molte delle quali hanno avuto per vittime le donne. Qui una comunità, la Città della Gioia, fondata dal medico Denis Mukwege, dal drammaturgo Eve Ensler e dall’attivista Christine Schuler-Deschryver, accoglie chi ha subito violenze e abusi sessuali affinchè possa guarire, fisicamente e psicologicamente.

Su Netflix c’è anche quello che ormai è un piccolo classico: il cortometraggio vincitore dell’Oscar 2017, Caschi bianchi. Il film racconta le operazioni quotidiane dei White Helmets, la difesa civile siriana, che ha come principale compito recuperare e soccorrere le vittime tra le macerie dei bombardamenti in Siria.

Diritti umani: documentari in streaming su Prime Video

Vincitore del Sundance US Grand Jury Prize, One child Nation è uno sguardo durissimo sulle pesanti conseguenze sociali e umane, derivanti dalla politica del figlio unico in Cina. La regista, Nanfu Wang (qui  in coppia con il collega Jialing Zhang) aveva già diretto Hooligan Sparrow nel 2016, film dedicato alle proteste contro il preside di una scuola elementare accusato di abusare sessualmente dei suoi studenti.

Leggi anche:
Più forti dell’acciaio: un documentario denuncia l’impatto devastante della siderurgia
Alla mia piccola Sama: la guerra in Siria raccontata alla figlia 

documentario sui diritti umani
Una scena del film One child nation, disponibile su Amazon Prime Video

Una visione un po’ ostica, ma meritevole, è il documentario Human Flow, dell’artista Ai Weiwei, ambasciatore di Amnesty International e attivista per i diritti umani, dedicato ai profughi di tutto il mondo. Nel racconto di coloro che si trovano a spostarsi per ragioni economiche, oppure a causa dei cambiamenti del clima o di guerre e persecuzioni, il documentario manca un po’ di approfondimento nel raccontare la migrazione. Ripone però tutta la sua forza nelle immagini, meravigliose, delle “onde umane”.

Iscriviti alla newsletter di Osservatorio Diritti
osservatorio diritti newsletter

Documentari sui diritti umani in streaming su RaiPlay

Sulla piattaforma streaming della Rai c’è il documentario del regista e giornalista Stefano Maria Bianchi, Ilva. A denti stretti. Il film racconta la questione ambientale a Taranto, concentrandosi sulle conseguenze che la città affronta: dall’inquinamento delle acque, con la compromissione dell’allevamento ittico, sino al dramma della popolazione. Dei lavoratori dell’Ilva e di tutti coloro che si sono ammalati, compresi i piccoli pazienti del reparto di oncologia infantile dell’ospedale di Taranto.

Leggi anche:
Berta Cáceres, uccisa per ambientalismo a 44 anni: il documentario

film sui diritti umani
Una scena del film Chaco, disponibile sulla piattaforma RaiPlay

Su RaiPlay c’è anche Chaco, la storia dell’impresa di Daniele Incalcaterra: restituire ai nativi Guarani Nandevas 5.000 ettari all’interno del Chaco paraguayano, ricevuti in eredità dal padre che li aveva comprati dal dittatore Alfredo Stroessner, per farne una riserva naturale. Nel Chaco paraguayano il problema principale è la deforestazione, per lo più dovuta all’agricoltura intensiva di soia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.