L'informazione indipendente sui diritti umani

Brasile: uccisa Marielle Franco, attivista delle favelas di Rio de Janeiro

Nel pieno centro di Rio de Janeiro è stata ammazzata la consigliera comunale e attivista Marielle Franco. La donna, femminista, aveva denunciato la violenza della polizia contro gli abitanti delle favelas nella città brasiliana. Morto anche l'autista che era con lei

Nella notte del 14 marzo in Brasile, nel pieno centro di Rio de Janeiro, a due passi dal municipio, la consigliera comunale Marielle Franco del Partito Socialismo e Libertà (Psol), 38 anni, è stata giustiziata a colpi d’arma da fuoco. Cinque pallottole mirate direttamente in testa. Morto anche Anderson Pedro Gomes, l’autista che l’accompagnava.

La donna era appena uscita dall’evento Jovens Negras Movendo as Estruturas (Giovani donne nere spostando le strutture). Un omicidio che dimostra quanto sia pericoloso essere un difensore dei diritti umani in Brasile.

brasile

Sostenitori della candidata Marielle Franco alle elezioni di Rio de Janeiro (foto Midia NINJA, via Flickr).

Le forze dell’ordine che indagano sul caso ormai parlano di un agguato. Hanno riferito che un’auto si sarebbe affiancata e aperto il fuoco contro quella di Marielle. Secondo gli investigatori, la finestra sulla destra del sedile posteriore dove era seduta è stata completamente distrutta.

Consigliera, femminista, difendeva abitanti favelas

Quinta consigliera comunale più votata a Rio nelle elezioni del 2016, ha portato le bandiere del femminismo, dei diritti umani e la difesa degli abitanti delle favelas nella agenda politica della città.

Nata e cresciuta nel complesso della Maré, una delle zone più violente di Rio, ha studiato Sociologia alla Università Cattolica (Puc), con il supporto di una borsa di studio, e ha fatto un master in Pubblica Amministrazione all’Università Federale Fluminense (Uff).

Marielle faceva parte della commissione parlamentare che monitora l’intervento dell’esercito in città in modo da arginare gli abusi da parte delle forze armate e della polizia.

L’omicidio di Marielle è avvenuto poco dopo la richiesta dell’esercito di non essere denunciato in tribunale per le eventuali uccisioni che potrebbero capitare durante il tempo dell’intervento militare a Rio. Hanno chesto espressamente che non fosse avviata una commissione d’inchiesta parlamentare per indagare i loro crimini contro la popolazione.

Marielle Franco su Twitter: «Quanti devono morire?»

La donna carioca usava attivamente i social network per protestare contro la violenza. Su Twitter, il giorno prima della sua uccisione, aveva commentato la morte di un giovane a Rio:

«Un altro omicidio di un giovane che potrebbe entrare nel conteggio della PM (polizia militare, ndr). Matheus Melo stava uscendo dalla chiesa. Quanti altri dovranno morire perché questa guerra finisca?».

Violenza della polizia militare su abitanti delle favelas

Sabato, ha pubblicato su Facebook un’immagine con la frase «siamo tutti Acari», in cui ha denunciato gli abusi del 41° battaglione della polizia militare sulla gente.

«La polizia sulle strade minaccia i residenti, il che è sempre successo e dopo l’intervento è diventato ancora peggio».

brasile

Partito Socialismo e Libertà del Brasile chiede indagine

In una nota, il suo partito Psol chiede che «questo crimine odioso» sia indagato in modo rigoroso e immediato. «Il Partito Socialismo e Libertà esprime pubblicamente il suo rammarico per l’omicidio della consigliera Marielle Franco. Siamo a fianco dei familiari, amici, consulenti e dirigenti del Psol in questo momento di dolore e indignazione. L’attivismo di Marielle per i diritti umani è motivo di orgoglio per tutta militanza del partito. Chiediamo che sia fatta un’indagine immediata e rigorosa su questo crimine efferato. Non resteremo in silenzio!».

Anche Amnesty International ha chiesto una «indagine immediata e rigorosa» del crimine. Il vignettista brasiliano Carlos Latuff dice che «l’esecuzione di Marielle Franco mi sembra un messaggio. La cronologia dei fatti lo dimostra».

 

A execução da vereadora do PSOL 50 Marielle Franco me parece um recado. A cronologia dos fatos mostra isso.

Pubblicato da Carlos Latuff su Mercoledì 14 marzo 2018

 

Il crimine ha scioccato anche il Parlamento Europeo che ha denunciato l’accaduto e ha visto un gruppo di parlamentari chiedere la sospensione degli accordi con il Mercosul finché la situazione di pericolo verso i difensori dei diritti umani sarà finita.

Leggi anche:
Brasile, arrestato il prete che difende i contadini in Amazzonia
Rio de Janeiro: in favela scuole sotto tiro
Operazione Condor: accuse a vertici Brasile
Brasile: polizia uccide ogni 8 ore a Rio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.